Grosio

Il castello nuovo (Marco Pini)

Scorcio del Castello Vecchio dalle mura del Nuovo (Debora Besseghini )

Via Potenzino (Lukas Prochazka)

grosioc.gif (18378 byte)Nell’alta Valtellina, nel tratto fra Tirano e Sondalo in cui č caratterizzata da un andamento SW-NE, si incontra Grosio (656 m s.l.m.), collocato sulla riva destra dell’Adda, appena a monte dello sbocco della Val Grosina e agevolmente raggiungibile percorrendo la statale 38 che collega tutti i centri della valle.
Provenendo da Tirano, subito dopo aver imboccato la deviazione che porta all’abitato, ci si trova di fronte allo spettacolo -ben visibile anche dal fondovalle- offerto dai roccioni scoscesi alle spalle della centrale idroelettrica dell’AEM; adagiata su di essi spicca la grande superficie scura della Rupe Magna, vicino alla quale si ergono i resti dei due castelli medievali situati nel Parco delle incisioni rupestri. Vi si accede svoltando a sinistra in corrispondenza del segnale indicatore.
Se invece si prosegue lungo la SS 38 si giunge in prossimitā dell’imponente chiesa seicentesca di S.Giuseppe, parrocchiale dal 1800, davanti alla quale si apre un grande piazzale adibito a parcheggio.
All’imbocco di via Roma un portale in legno sulla destra dā l’accesso all’ampio giardino della villa Visconti Venosta.
Superata una strettoia si giunge al Municipio, oppure č possibile dirigersi al centro del vecchio borgo percorrendo la via Pruneri che si diparte sulla destra. Sulla piazza in acciottolato, al centro della quale spicca una fontana con lavatoio, si affaccia la bellissima chiesa trecentesca di S.Giorgio.

Piantina del centro

Parrocchiale di s.Giuseppe: particolare (Josua Fachin)

Villa Visconti Venosta

Il municipio (Valentina Ghilotti)

Chiesa di S.Giorgio (particolare)

Presentazione del lavoro


Area di Tirano
Tirano

Alta Valle
Alta Valle

Pagina curata da Martino Caspani e Marco Pini