Alla mappa delle pagine da Sondrio a Teglio Pietra tombale
(Montagna in Valtellina)

iscr_mon.jpg (15547 byte)

DESCRIZIONE: è una pietra tombale di beola che riporta di fianco la seguente iscrizione: A : IASAZIZ : ESIAE U, scritta con caratteri dell’alfabeto retico, detto di Sondrio. Nel 1909 il signor Antonio Piasini, mentre apriva una cava di sabbia in un prato in località S. Maria di Montagna in Valtellina, a 800 m.s.l.m., portò alla luce il lastrone che riportava l’epigrafe. Venne rotto e i pezzi usati per costruire una scala. Successivamente il frammento che resta venne recuperato e studiato dal Giussani.
SIMBOLOGIA/INTERPRETAZIONE: LARTH IASAZIZ figlio di ESIA.
DIMENSIONI: m. 1,30 × 0,70 × 0,35; lunghezza dell’iscrizione cm 60; le lettere sono alte 4-7 cm.
DATAZIONE: V-I sec. a.C.
PROPRIETA'/LUOGO DI CUSTODIA: Sondrio, Museo Valtellinese di Storia e Arte, sezione archeologica.

Museo Valtellinese di Storia e Arte
Museo
Valtellinese

Masso con coppelle
Masso con
coppelle

Da Sondrio a Teglio
Da Sondrio
a Teglio


Pagina curata da Edy Gaburri, Veronica Ramponi e Sonia Venturini