Sondrio - Val Malenco
Val di Togno

sondrio.gif (34352 byte)

Sondrio, capoluogo di provincia e sede del Museo Valtellinese di Storia e Arte che custodisce importanti ritrovamenti preistorici, si trova allo sbocco della Val Malenco.
Il capoluogo sta rivelando, nei suoi dintorni, reperti archeologici rupestri che rimandano a siti particolarmente interessanti. In località Campoledro, presso la chiesa di San Bartolomeo, sono state rinvenute rocce cupelliformi intorno a una vasca naturale. In località Triasso si segnala un'ampia superficie istoriata in posizione dominante; non molto distante, a Triangia, su un pianoro, spicca un masso-altare che sembra dominare il sito di Ganda.
Anche le valli orobiche stanno assumendo interesse archeologico: nella valle del Livrio, non lontana da Sondrio, in località Crocetta, è stata individuata una roccia con particolari allineamenti di coppelle e canaletti. In Val Venina un grande masso cuppelliforme per buona parte dell'anno rimane sommerso dalle acque dell'omonimo lago. A forma di grande tavola inclinata, presenta numerose coppelle, collegate tra di loro da canaletti.
La Valmalenco è una grande valle percorsa dal torrente Mallero e dal suo affluente Lanterna che ne solcano tortuosamente i fondovalle. Fu frequentata fin dai tempi antichi quale direttrice verso la Svizzera: la via da Sondrio, costeggiando il Mallero, saliva al Monte dell'Oro e, attraverso il passo del Muretto, scendeva al Maloja; fino al XVII secolo risulta percorso anche l'elevato passo Tre Mogge.
I principali ritrovamenti si situano negli abitati a mezza costa: si tratta per lo più di coppelle e canaletti, spesso di difficile datazione. A Cucchi, Bedoglio, Scilironi, Case Gaggi, frazioni di Spriana, sono stati rinvenuti massi cuppelliformi di un certo rilievo, così come a Torre di S. Maria e in alcune sue contrade: Ca' Bianchi, Dagua e Cagnoletti. Particolarmente significative per l'altitudine le rocce di Motta di Caspoggio e dell'Alpe Fora (2050 m s.l.m.).

valma.gif (11810 byte)

La Val di Togno e l’alpe Grum

grumc.jpg (27831 byte)

La Val di Togno segna lo spartiacque fra i territori di Spriana e Sondrio - Montagna.
In un alpeggio sulle pendici del Monte Foppa, all'alpe Grum (1819 m s.l.m.), furono rinvenute nel 1991 cinque superfici istoriate da coppelle e canaletti disposti secondo un ritmo compositivo che ne evidenzia la valenza rituale.
La posizione molto dominante è in vista del sito di Campoledro (San Bartolomeo).


Berbenno - Castione
Berbenno
Castione

Da Sondrio a Teglio
Da Sondrio
a Teglio

Pagina curata da Roberto Balsarri, Fabio Beltramini e Oscar Redaelli
Foto U. Sansoni ©