home     
S.Martino ai Bagni  Vecchi – BORMIO


chiesa_e.jpg (127421 byte)La chiesa di S.Martino, la cui esistenza Ŕ documentata prima del 1201, costituiva, insieme alle case circostanti, il complesso denominato hospitarium baleniorum nei documenti pi¨ antichi, gestito molto probabilmente da monaci, cosý come accadeva in genere allora, quando gli ospizi erano strutture indispensabili per i viandanti che affrontavano i disagi delle strade che varcavano i passi alpini.
I documenti ci informano che le case edificate presso S.Martino erano della chiesa e costituivano la residenza stabile di monaci e probabilmente anche di civili, a cui venivano delegate funzioni amministrative, quali la riscossione dei pedaggi e la guardia alla serra, specie in periodi di guerre e di pestilenze. La zona fu oggetto di incursioni ad opera delle truppe viscontee prima (1376) e grigione poi (1486); particolarmente gravi i fatti che ebbero come conseguenza il giuramento di fedeltÓ ai grigioni da parte di Bormio (1486). Furono bruciate le case dei bagni, abbattute le torri e la primitiva chiesa, con il tetto di legno a due falde coperto di scÓndole (tegole di legno), fu a tal punto danneggiata che il Comune nel 1496 ne previde la ricostruzione. I lavori ebbero inizio nel 1502: si pu˛ pensare al totale rifacimento dell’abside con il sottostante grande arco che la sorregge e alle mura di cinta del vecchio cimitero, alla loggia interna e al soffitto a volta, mentre furono senz’altro, almeno in parte, mantenute in piedi le pareti laterali e quella di fondo della vecchia chiesa; infatti gli affreschi scoperti in questi ultimi tempi su uno dei muri laterali risalgono quanto meno alla fine del Quattrocento.

Quando nel XVI secolo si ampliarono notevolmente le strutture ricettive delle terme, anche la chiesa di S.Martino fu coinvolta nel progetto di ristrutturazione. Durante la gestione di Giovanni Mazzolati il pittore Cipriano Valorsa ricevette la commessa di affrescare l’abside.

chiesa.jpg (153119 byte) chiesa_d.jpg (135448 byte)
carta stradale torna alla home delle chiese