home
Santuario di S.Luigi: la tela


la tela del ValorsaSopra la prima cappella di sinistra è collocata la tela del Valorsa (cm. 170 x 250 circa), a olio su tela, che rappresenta nella parte superiore la Crocifissione, nella parte inferiore tre soggetti divisi da due piccoli pilastri dipinti a finto marmo e oro. Nel riquadro superiore Cristo è al centro, la Maddalena inginocchiata abbraccia la croce, Maria e S.Giovanni sono ritratti in piedi ai lati e agli estremi della composizione i due ladroni, di profilo, ricurvi verso Gesù. Le loro anime, raffigurate in piccole sembianze umane, sono tenute tra le mani rispettivamente di un angelo, rappresentato in alto sopra il ladrone buono a destra di Gesù, e di un demonio, in alto sopra quello cattivo a sinistra del crocifisso. Lo sfondo è un paesaggio con veduta di una città. Nei tre riquadri inferiori troviamo a sinistra S.Francesco che riceve le stimmate, il battesimo di Gesù e S.Maurizio con labaro. Lo sfondo di tutti è un paesaggio naturale. Firma e data sono state lette dal Cecini. Buono lo stato di conservazione dell'opera, che consente di apprezzare le tonalità calde dei rossi e degli ocra degli abiti, i verdi dominanti nei tre riquadri inferiori nei paesaggi e nei vestiti dei personaggi e i marroni-gialli del paesaggio raffigurato a destra in basso nel riquadro della Crocifissione, che ricorda l'analogo soggetto del Valorsa conservato nella chiesa di S.Maria Maddalena in Valdisotto; simile soprattutto la figura di Maria, abbigliata nello stesso modo (manto e veste azzurro e viola con drappeggio bianco in testa che copre anche la fronte) e ritratta nel medesimo atteggiamento raccolto. Secondo gli studi della dott.ssa Coppa si tratta di un'opera dipinta probabilmente con l'aiuto di un collaboratore, forse quell'Aloisio Valloni documentato nel 1591 fra gli aiuti del Valorsa a Chiuro.
La parte interna è a una sola navata con volta a botte divisa in tre campate. Tre le cappelle su ogni lato; nella prima a sinistra la vasca battesimale, sopra la quale è collocata la tela del Valorsa.
carta stradale torna alla home delle chiese

Pagina curata da Debora Besseghini