homeS.Cassiano
Martire del III  o IV secolo

S.Cassiano nell'oratorio di Tovo

 

Protettore dei maestri e degli stenografi, è patrono di Imola e pochi sono i dati certi della sua vita, nonostante su di lui sia nata una leggenda assai pittoresca. Si dice che fosse Vescovo di Sabiona , in Germania, da dove fu cacciato dalla persecuzione. Passò allora come Vescovo a Bressanone; di qui ad Aquileia, per riparare finalmente a Roma e poi ad Imola. Non potendo proseguire la sua missione di pastore, prese a svolgere la professione di maestro, insegnando agli scolari a leggere e a scrivere la grammatica e la sintassi, l’ortografia e forse addirittura la stenografia, cioè un metodo di scrittura abbreviata, molto usato fin dai tempi di Cicerone. Sopraggiunta un’altra persecuzione, il maestro imolese venne riconosciuto come cristiano e il supplizio escogitato per lui dai suoi persecutori fu semplice e al tempo stesso atroce. Legato nudo a una colonna, i suoi scolari furono invitati a dar prova della loro abilità, incidendo con lo stilo aguzzo non la tavoletta cerata, ma la pelle del loro maestro.

torna alla home dei santi