homeS.Liberata
Vergine, santa, martire

S.Liberata in S.Bartolomeo - Valdisotto

Il nome della santa ha molte varianti nelle diverse regioni dove č venerata. Quello autentico č Vilgefortis e la devozione popolare le ha attribuito, tra gli altri, anche quello di Liberata. La venerazione della santa, documentata dalla fine del XIV secolo, si diffuse dalle Fiandre al Brabante ai Paesi Bassi, poi al nord della Francia, all'Inghilterra, alla Germania e in molti Paesi dell'Europa centro-orientale soprattutto. Ricchissima la letteratura agiografica, nonché molto fantasiosa. Invocata con le intenzioni pił diverse, sarebbe protettrice delle nutrici, e questo spiega la presenza dei due neonati che il Valorsa ha raffigurato in braccio a lei nell'affresco di S.Bartolomeo di Casteląz.

torna alla home dei santi