home
Oratorio dei SS. Ippolito e Cassiano: gli affreschi


l'abside: visione d'insiemeIl Valorsa si attribuì la paternità dell'opera lasciando scritto sull’architrave della finestra di destra Ciprianus grosiensis pinxit; un cartiglio tenuto da un angioletto dipinto sul sottarco reca la data 1560. Il catino, diviso a settori, rappresenta un cielo azzurro trapuntato di stelle dorate su cui si stagliano cinque angioletti musicanti a cui corrispondono cinque lunette, in quattro delle quali sono dipinti gli Evangelisti; in quella centrale invece la colomba bianca in un disco di fuoco da cui si dipartono le fiammelle dello Spirito funge da collegamento col grande soggetto sottostante che occupa l'intera parete: un Cenacolo nel quale sono radunati gli Apostoli e la Vergine nell'atto di ricevere lo Spirito Santo. 
Immobile, al centro, completamente isolata da tutto ciò che la circonda, intensa nella sua espressione che denota profonda consapevolezza dell'evento, Maria prega con le mani giunte,  vicina fisicamente agli altri personaggi eppure distaccata, lontanissima da essi che, assiepati l'uno accanto all'altro, danno vita a una scena vivace e realistica a cui il solo S.Giovanni, alla sinistra di Maria, sembra non partecipare per poter vivere il momento in raccoglimento e preghiera. Abbiamo il ritratto di uomini confusi, sorpresi per quello che sta loro accadendo e che accettano nonostante si tratti ancora di un mistero; colti in atteggiamenti differenti, manifestano, attraverso le espressioni dei volti e i gesti delle braccia, sentimenti e stati d'animo diversi: meraviglia, incertezza, la discesa dello Spirito Santostupore, dubbio, timore, bisogno di sostegno da parte del vicino. Abbastanza ben conservato, l'affresco presenta ancora colori vividi e brillanti, cura per i dettagli come per esempio i disegni geometrici del pavimento oppure i piedi nudi degli apostoli nei sandali. Ai due lati dell'abside: i santi Ippolito e Cassiano in abito di guerrieri. Nell'arco: Giacobbe, Salomone, Isacco, Mosé, Davide, Abramo, con i cartigli dei rispettivi nomi: "Abraha pa, Isac, Salomon ph, David, Moises, Jacob". Sull'arco trionfale un'Annunciazione: l'angelo annunciante è in veste gialla e la Madonna in veste rossa e manto azzurro; in fuga prospettica, chiuso da un muro merlato come nelle composizioni di Somtiolo, Dio Padre, con veste rossa e manto verde, è sorretto da una nube e circondato da angioletti, mentre la colomba dello Spirito Santo si dirige in volo verso la Vergine.
carta stradale torna alla home delle chiese